Quinta settimana di Quaresima

La chiesa resterà aperta negli orari consueti per la preghiera e l’adorazione individuali. Attenzione a stare a due (2) metri di distanza gli uni dagli altri evitando anche il più piccolo assembramento!

Le Ss. Messe continueranno a essere celebrate a porte chiuse e senza la partecipazione del popolo. Le intenzioni prenotate in questa settimana saranno tutte applicate nelle Messe che ogni giorno ciascun sacerdote celebrerà individualmente o con gli altri preti.

Le Confessioni NON saranno garantite se non nelle situazioni più estreme (si veda il Comunicato del nostro Vicario Generale).

È sempre possibile “recuperare” gli Esercizi spirituali decanali o settimana di deserto all’inizio della Quaresima, precisamente su: You Tube – Parrocchia Dio trinità d’Amore, Facebook – Parrocchia Santa Maria Annunciata e Instagram – parrocchia_sma.

La lectio divina domenicale è disponibile invece sul nostro sito.

In chiesa e nella cappella di v. Ovidio, 14, e sul nostro sito sono a disposizione il foglietto della Messa, il sussidio per la preghiera nelle famiglie, le Comunicazioni Fraterne, il sussidio per il Sacramento della Riconciliazione e quello per la preghiera serale.

Anche questa domenica alle ore 11,00, come le domeniche passate, l’Arcivescovo celebrerà la S. Messa per tutta la Diocesi MA questa volta sarà teletrasmessa in diretta NON su Rai3, bensì su Chiesa Tv (canale 195 del digitale terrestre), Radio Marconi, Radio Mater, www.chiesadimilano.it, canale YouTube chiesadimilano.it collegandosi da pc, tablet, smartphone e smart tv.

 

Ricordiamo, sempre con l’Arcivescovo, la preghiera ogni mattina per la pace alle ore 6,28 e raccomandiamo la Via Crucis di questo venerdì 3 aprile che sarà svolta specialmente per le Comunità della nostra Zona Pastorale, sempre alle ore 21,00.

Continuiamo a pregare con tutte le Parrocchie del Decanato i “Rintocchi di preghiera a Cologno e Vimodrone”: alle ore 20,45 nelle nostre case al suono delle campane (qualche piccolo miglioramento ha cominciato a vedersi…).

Quaresima 2020 - Lectio divina per la V domenica

Lettera di S. Paolo Apostolo agli Efesini (2,4-10)

 

Preparativi

  1. Creiamo anzitutto attorno a noi (se non siamo in una chiesa o in una cappella) un ambiente che favorisca il raccoglimento e la preghiera, ponendoci per esempio davanti a un’immagine sacra (crocifisso, icona sacra…) e/o al testo sacro della Bibbia.
  2. Formiamo anche un clima di silenzio, per quanto possibile, dentro e fuori di noi, e
  3. chiediamo a Dio il desiderio di ascoltare la Sua Parola e di compiere la Sua Volontà!
  4. Iniziamo dunque la preghiera.

 

Segno della Croce

 

Preghiera iniziale (tutti): Cfr. Gen 9, 15

RicòrdaTi, Signore, del tuo Patto

perché la terra non resti desolata.

Ascolta, Signore, la voce dei tuoi servi

e non lasciarci perire!

Salmo Responsoriale (può essere letto anche tutto di fila e tutti insie me ripetendo il ritornello solo all’inizio e alla fine): dal Salmo 105 (106)

 

Rit.: Mia forza e mio canto è il Signore!

 

Rendete grazie al Signore, perché è buono,

perché il suo amore è per sempre!

Chi può narrare le prodezze del Signore,

far risuonare tutta la sua lode?

Ricòrdati di me, Signore, per amore del tuo popolo,

visitami con la tua salvezza! Rit.

Salvaci, Signore Dio nostro, radunaci dalle genti,

perché ringraziamo il tuo Nome santo:

lodarTi sarà la nostra gloria.

Benedetto il Signore, Dio d'Israele,

da sempre e per sempre! Rit.

 

LETTURA

Leggiamo e rileggiamo almeno una volta e sempre con calma il brano apostolico, magari cominciando già a sottolineare le frasi oscure e, meglio, quelle che comprendiamo e che stimolano maggiormente la nostra attenzione.

 

Lettore: Lettera di san Paolo apostolo agli Efesini (2, 4-10)

Fratelli, Dio, ricco di misericordia, per il grande amore con il quale ci ha amato, da morti che eravamo per le colpe, ci ha fatto rivivere con Cristo: per grazia siete salvati. Con Lui ci ha anche risuscitato e ci ha fatto sedere nei cieli, in Cristo Gesù, per mostrare nei secoli futuri la straordinaria ricchezza della sua grazia mediante la sua bontà verso di noi in Cristo Gesù.

Per grazia infatti siete salvati mediante la fede; e ciò non viene da voi, ma è dono di Dio; né viene dalle opere, perché nessuno possa vantarsene. Siamo infatti opera sua, creati in Cristo Gesù per le opere buone, che Dio ha preparato perché in esse camminassimo.

 

Lettura approfondita e proposta di meditazione del predicatore suor PAOLA RESTA.

 

 

Appunti personali (si potrebbero qui riscrivere i passi più importanti di questo primo momento che, ricordiamo, ha lo scopo di comprendere quello che il testo sacro dice).

 

Silenzio per la ripresa, meditazione e preghiera personali è il momento in cui puntualizzare, anche con l’aiuto di quanto il predicatore ha suggerito, quello che la Parola o testo sacro dice a tutti noi oggi e soprattutto a me personalmente, alla mia situazione concreta attuale, che poi trasformo in preghiera e in proposito di azione personale (o anche familiare, se si fa questa preghiera insieme).

 

Preghiamo (insieme): Cfr. Sal 102 (103), 1. 4-5; Rm 8, 32; Gv 11, 25

 

Anima mia, benedici il Signore

che ti corona di misericordia

e in Cristo tutto ti ha donato!

Anima mia, benedici il Signore

che ricolma di beni la tua vita!

Cristo è la grazia,

Cristo è la vita,

Cristo è la risurrezione!

 

Preghiera del Padre nostro (tutti)

 

Preghiera finale e congedo (solista-tutti)

Conserva nel tuo amore questo popolo, o Padre,

e confortalo in ogni necessità con le tue grazie,

così che sempre ti manifesti la sua riconoscenza.

Per Cristo nostro Signore.

Amen!

 

Benediciamo il Signore! Rendiamo grazie a Dio!

E si può concludere col Segno della Croce

 

I testi sono tratti da: MAGNOLI, C. (a cura di), Mistero della Pasqua del Signore (Messale ambrosiano quotidiano – II), Centro Ambrosiano, pp. 307, 309-310, 319 e 318.

Quarta settimana di Quaresima

La chiesa resterà aperta negli orari consueti per la preghiera e l’adorazione individuali. Attenzione: stare due (2) metri di distanza gli uni dagli altri evitando anche il più piccolo assembramento!

Le Ss. Messe continueranno a essere celebrate a porte chiuse e senza la partecipazione del popolo. Le intenzioni prenotate in questa settimana saranno tutte applicate nelle Messe che ogni giorno ciascun sacerdote celebrerà individualmente o con gli altri preti.

Le Confessioni saranno sempre garantite negli orari stabiliti (vedi bacheche interne alla chiesa e alle cappelle) ma negli uffici.

È sempre possibile “recuperare” gli Esercizi spirituali decanali o settimana di deserto all’inizio della Quaresima, precisamente su: You Tube – Parrocchia Dio trinità d’Amore, Facebook – Parrocchia Santa Maria Annunciata e Instagram – parrocchia_sma.

La lectio divina domenicale è disponibile invece sul nostro sito.

In chiesa, nelle cappelle e sul nostro sito sono a disposizione il foglietto della Messa, il sussidio per la preghiera nelle famiglie, le Comunicazioni Fraterne, il sussidio per il Sacramento della Riconciliazione e quello per la preghiera serale.

Anche questa domenica alle ore 11,00, come le domeniche passate, l’Arcivescovo celebrerà la S. Messa per tutta la Diocesi e sarà teletrasmessa in diretta su Rai3.

Martedì 24 marzo alle ore 21, l'Arcivescovo presiederà la veglia per i missionari martiri dal Pime.

 

Ricordiamo, sempre con l’Arcivescovo, la preghiera ogni mattina per la pace alle ore 6,28 e la Via Crucis ogni venerdì alle ore 21,00.

e con tutte le Parrocchie del Decanato i “Rintocchi di preghiera a Cologno e Vimodrone”: alle ore 20,45 nelle nostre case al suono delle campane.

Uniti in preghiera per l'Italia

In questo momento di emergenza sanitaria, la Chiesa italiana promuove un momento di preghiera per tutto il Paese, invitando ogni famiglia, ogni fedele, ogni comunità religiosa a recitare in casa il Rosario (Misteri della luce), simbolicamente uniti alla stessa ora: alle 21 di giovedì 19 marzo, festa di San Giuseppe, Custode della Santa Famiglia. Alle finestre delle case si propone di esporre un piccolo drappo bianco o una candela accesa. TV2000 offrirà la possibilità di condividere la preghiera in diretta. (canale 28 del Digitale Terrestre). Scarica qui il sussidio.

Nel frattempo la stessa Cei ha messo on line il sito https://chiciseparera.chiesacattolica.it, un ambiente digitale che raccoglie e rilancia le buone prassi messe in atto dalle diocesi italiane, offre contributi di riflessione e approfondimento, condivide notizie e materiale pastorale. Si tratta di una iniziativa – spiega la Cei – volta a «testimoniare l’impegno della Chiesa che vive in Italia nel continuare a tessere i fili delle nostre comunità. La convinzione che ci guida è che le criticità, lo smarrimento, la paura non possano spezzare il filo della fede, ma annodarlo ancora di più in speranza e carità».

Quaresima 2020 - Lectio divina per la IV domenica

Seconda Lettera di S. Paolo Apostolo ai Corinzi (3,7-18)

 

Preparativi

  1. Creiamo anzitutto attorno a noi (se non siamo in una chiesa o in una cappella) un ambiente che favorisca il raccoglimento e la preghiera, ponendoci per esempio davanti a un’immagine sacra (crocifisso, icona sacra…) e/o al testo sacro della Bibbia.
  2. Formiamo anche un clima di silenzio, per quanto possibile, dentro e fuori di noi, e
  3. chiediamo a Dio il desiderio di ascoltare la Sua Parola e di compiere la Sua Volontà!
  4. Iniziamo dunque la preghiera.

 

Segno della Croce

Preghiera iniziale (tutti): Cfr. Salmo 12 (13), 4-5

Signore, da' luce ai miei occhi

perché non mi addormenti nella morte;

perché l'avversario non dica:

«Sono più forte di lui».

Tu che hai aperto gli occhi al cieco nato,

con la tua luce illumina il mio cuore

perché io sappia vedere le tue opere

e custodisca tutti i tuoi precetti.

 

Salmo Responsoriale (può essere letto anche tutto di fila e tutti insie me ripetendo il ritornello solo all’inizio e alla fine): dal Salmo  35 (36)

Rit.: Signore, nella tua luce vediamo la luce.

Signore, il tuo amore è nel cielo,

la tua fedeltà fino alle nubi,

la tua giustizia è come le più alte montagne,

il tuo giudizio come l'abisso profondo:

uomini e bestie Tu salvi, Signore. Rit.

Quanto è prezioso il tuo amore, o Dio!

Si rifugiano gli uomini all'ombra delle tue ali,

si saziano dell'abbondanza della tua casa:

Tu li disseti al torrente delle tue delizie. Rit.

È in Te la sorgente della vita,

alla tua luce vediamo la luce.

Riversa il tuo amore su chi Ti riconosce,

la tua giustizia sui retti di cuore. Rit.

 

LETTURA

Leggiamo e rileggiamo almeno una volta e sempre con calma il brano apostolico, magari cominciando già a sottolineare le frasi oscure e, meglio, quelle che comprendiamo e che stimolano maggiormente la nostra attenzione.

Lettore: Seconda lettera di san Paolo apostolo ai Corinzi (3, 7-18)

Fratelli, se il ministero della morte, inciso in lettere su pietre, fu avvolto di gloria al punto che i figli d'Israele non potevano fissare il volto di Mosè a causa dello splendore effimero del suo volto, quanto più sarà glorioso il ministero dello Spirito? Se già il ministero che porta alla condanna fu glorioso, molto di più abbonda di gloria il ministero che porta alla giustizia. Anzi, ciò che fu glorioso sotto quell'aspetto, non lo è più, a causa di questa gloria incomparabile. Se dunque ciò che era effimero fu glorioso, molto più lo sarà ciò che è duraturo.

Forti di tale speranza, ci comportiamo con molta franchezza e non facciamo come Mosè che poneva un velo sul suo volto, perché i figli d'Israele non vedessero la fine di ciò che era solo effimero. Ma le loro menti furono indurite; infatti fino ad oggi quel medesimo velo rimane, non rimosso, quando si legge l'Antico Testamento, perché è in Cristo che esso viene eliminato. Fino ad oggi, quando si legge Mosè, un velo è steso sul loro cuore; «ma quando vi sarà la conversione al Signore, il velo sarà tolto». Il Signore è lo Spirito e, dove c'è lo Spirito del Signore, c'è libertà. E noi tutti, a viso scoperto, riflettendo come in uno specchio la gloria del Signore, veniamo trasformati in quella medesima immagine, di gloria in gloria, secondo l'azione dello Spirito del Signore.

 

Lettura approfondita e proposta di meditazione. 

 

Appunti personali (si potrebbero qui riscrivere i passi più importanti di questo primo momento che, ricordiamo, ha lo scopo di comprendere quello che il testo sacro dice).

Silenzio per la ripresa, meditazione e preghiera personali è il momento in cui puntualizzare, anche con l’aiuto di quanto il predicatore ha suggerito, quello che la Parola o testo sacro dice a tutti noi oggi e in soprattutto a me personalmente, alla mia situazione concreta attuale, che poi trasformo in preghiera e in proposito di azione personale (o anche familiare, se si fa questa preghiera insieme).

Preghiamo (insieme): Sal 76 (77), 13-15; 145 (146), 7-8

Mediterò su tutte le tue opere, ricorderò le tue meraviglie.
O Dio, le tue vie sono sante, Tu compi i prodigi.
Spezza, Signore, le catene ai prigionieri
e fa' che i ciechi vedano;
Signore, solleva chi soffre.

Preghiera del Padre nostro (tutti)

Preghiera finale e congedo

Accogli con bontà, o Padre infinitamente buono, la nostra preghiera e soccorri i tuoi fedeli con le risorse molteplici della tua misericordia, perché tutti i redenti siano serbati dalla tua provvidenza alla speranza della vita eterna.
Per Gesù Cristo, tuo Figlio, nostro Signore e nostro Dio, che vive e regna con te, nell'unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen!

Benediciamo il Signore! Rendiamo grazie a Dio!

E si può concludere col Segno della Croce.